Progetti realizzati nell’ambito del Programma operativo FSE 2014 – 2020 della Provincia autonoma di Trento, con il cofinanziamento dell’Unione europea – Fondo sociale europeo, dello Stato italiano e della Provincia autonoma di Trento.

ACTING LAB – 2019_3_1011_02b.39

Calendario: da gennaio 2022 a maggio 2022
Orario: da concordare con singola scuola
Ore di formazione:
Sede: c/o scuole di rete

Destinatari

Il progetto intercetta situazioni in cui è presente una FORTE CARENZA DI AUTOSTIMA e una FRAGILITÀ EDUCATIVA, generative di uno stato di malessere e di demotivazione allo studio e all’apprendimento. Ci si rivolge a trenta studenti in cui il quadro di bassa autostima è accompagnato a volte da senso di fallimento, inadeguatezza e frustrazione, e a volte da comportamenti squalificanti.
Gli istituti coinvolti sono: ISTITUTO AGRARIO SAN MICHELE – FONDAZIONE E. MACH, ENAIP TRENTINO, ISTITUTO SANDRO PERTINI e SCUOLA LADINA DI FASSA.

Obiettivi generali

Tra le principali abilità che riesce a trasmettere questo tipo di didattica troviamo:

– sviluppare le competenze dell’intelligenza emotiva: riconoscere, comprendere e gestire le proprie emozioni;
– facilitare l’espressione e la condivisione delle emozioni;
– acquisire una buona duttilità intellettiva e motoria;
– conoscere e usare correttamente la propria voce;
– ampliare il lessico attivo attraverso il gioco, la creatività e la manipolazione linguistica;
– utilizzare la lingua in funzione creativa, espressiva e comunicativa;
– acquisire capacità espressive nel movimento, capacità gestuali;
– acquisire conoscenze specifiche sui linguaggi verbale e non verbale;
– sollecitare lo sviluppo del pensiero intuitivo e divergente;
– sviluppare potenzialità nella socializzazione, nelle relazioni, nei rapporti umani.

Programma

Il progetto è strutturato in diversi percorsi:

TANTI POPOLI UNA SCUOLA

Cercando di non giudicare i propri compagni di viaggio, e soprattutto di non giudicar-si, lo studente può vivere lo spazio e il tempo teatrali (che non sono mai uno spazio e un tempo “ordinari”) in assoluta libertà, senza particolari inibizioni, dando sfogo alla creatività e permettendosi di incontrare i lati più nascosti della propria personalità, così come di accettare le proprie fragilità che nel teatro sono spesso punti di forza. L’atmosfera non giudicante del laboratorio teatrale può di fatto rivelarsi estremamente funzionale soprattutto per questi alunni che, nei contesti ordinari della quotidianità, presentano difficoltà o faticano a integrarsi.
Si lavora su un rinforzo dell’identità attraverso lo sviluppo di capacità comunicative ed espressive, spingendo il bambino fuori dai suoi confini.

GRAZIE UN ESPRESSO!

Il laboratorio parte da due parole chiave: GRAZIE, sostantivo di gratitudine, ed ESPRESSO participio passato di esprimere che indica la capacità di manifestare il proprio pensiero e sentimenti. Insieme assumono un significato propositivo nell’augurio che i partecipanti possano riuscire a dar voce alle forze positive della loro personalità.
Le TEMATICHE principali sono il rispetto, l’armonia, l’amore, la violenza e l’odio in tutte le varie declinazioni, con riferimento anche ad argomenti che riteniamo di urgente attualità quali bullismo, cyber bullismo, droghe e tutto ciò che può alimentare disagio e malessere. Gli alunni saranno coinvolti in una serie di esercitazioni mirate a potenziare le loro facoltà fantasiose, espressive, vocali, relazionali, mnemoniche e corporee. Si lavorerà sulla composizione coreografica, la creazione di immagini, l’espressività teatrale e la danza.

SPEAK OUT!

L’adolescenza è un periodo di ribellione e ricerca del sé, questo laboratorio mira a creare uno spazio di espressione musicale in un contesto libero e divertente volto a favorire l’apprendimento in lingua inglese. Durante Speak Out si parlerà e canterà in inglese e gli studenti saranno stimolati ad ascoltare, esprimersi, cantare riguardo tematiche quotidiane sentite come l’identità, il bullismo, i canoni di bellezza, il rapporto con i genitori e pari, amicizia. Il percorso permetterà di lavorare sull’apprendimento della lingua inglese ma anche rafforzare le competenze interpersonali ed emotive.